La committenza disponeva di un edificio degli anni ’50 ed ha voluto approfittare degli incentivi statali per migliorare le caratteristiche termiche e sismiche dello stabile di proprietà.
Per quanto riguarda la struttura è stata demolita la mansarda in laterizio cemento, si è realizzato un cordolo in C.A. è una caldana in calcestruzzo alleggerito per ottenere un piano rigido all’altezza del primo piano. La ricostruzione del volume consentito è avvenuta tramite il montaggio di una struttura principale a telaio in acciaio,tetto in legno e tamponamenti in X-LAM e acqua panel con i quali è stato possibile ridisegnare i prospetti con un peso in copertura circa 3 volte inferiore a quello precedente. 


Il tetto è stato poi coibentato con fibra di legno e coperto con lamiera grecata pre-verniciata è montata su travetti in legno per ottenere un tetto”ventilato” al di sopra del pacchetto isolante. Le murature nuove e quelle esistenti sono state ricoperte con un materiale isolante a “cappotto” per uno spessore totale di 12 cm finito ad intonachino bicolore. Sono stati sostituiti i vecchi infissi e tapparelle con infissi di nuova concezione in PVC a taglio termico. L’edificio che attualmente è configurato come un unica unità residenziale ha caratteristiche simili ad uno di nuova costruzione e in un futuro con piccoli interventi potrà ospitare al suo interno fino a 3 appartamenti con ingresso indipendente.

Lascia un commento

Scroll Up