in collaborazione con arch. Claudio Cardinali e CIVICO1O

Il progetto di riqualificazione prende spunto dall’analisi delle tracce storiche trovate nei vecchi catasti comunali: attraverso il riemergere dei pieni e dei vuoti urbani, una nuova organizzazione spaziale e materica rimette a sistema la piazza con i luoghi di aggregazione preesistenti di Lapedona. Riscoprendo la sua identità urbana, Piazza della Concordia torna così a essere il filtro urbano tra storico e moderno, catalizzatore spaziale e sociale della vita quotidiana di paese. Lo studio delle antiche tracce storiche esistenti nella piazza si risolve nel progetto con l’inserimento di aree verdi piantumate con alberi di diversa grandezza, che ricalcano le particelle dei vecchi catasti e richiamano alla mente la spazialità che la piazza aveva in epoche differenti.

Scroll Up