PARTECIPAZIONE – From Border to Home – 

Ormai è chiaro e condiviso: le migrazioni sono sempre esistite, non sono un fenomeno da considerarsi transitorio e se mal governate sfociano in forme di insediamenti urbani prossime a quelle che vengono dette “informali” (quelle che vengono chiamate, a seconda del paese in cui si sono sviluppate, slums, bidonville, baraccopoli, etc). È allora interessante chiedersi quale ruolo ha, e può avere, l’architettura e l’arte della progettazione in tutto questo. Il progetto degli spazi dell’abitare si amplia nella  progettazione di forme, anche embrionali, di nuove comunità urbane integrate socialmente oltre che spazialmente , concorso indetto dal Museo di Architettura Finlandese in collaborazione con l’Associazione Finlandese degli Architetti.

Scroll Up